Saturday, June 24, 2017

TORNANDO ‎– Menù (1995, Italy)

Erosha ‎– ERH 005

Tracklist: Wine glass phase; Menù; Budino di cervello; Gita; Diritti da 'u tore; Dinastatico I; Toni; Impro #1; Cozze fetenti; Afa; Bunuel; Newsweet; Giostresco; Soffritto n°1: la Mirinzana sperimentale; Get funk-rag-blues; Sfasato; Forme geometriche; Impro #2; Dinastatico II; Soffritto n°2: Cuore alla griglia; Guerrazzi 20; 3'44".

Musicians:
Salvatore Panu: piano, electric bass, percussions, cooking drum, voice 
Ferdinando D'Andria: violin, trumpet, electric guitar, percussions, radio, voice

Un odore di fritto aleggia ad apertura di pagina, anzi soffritto, soffritto di cipolla, un po' bruciaticcio, perché nella cipolla ci sono delle venature che diventano viola e poi brune, e soprattutto il bordo, il margine di ogni pezzetto tagluzzato di cipolla che diventa nero prima che dorato, è il succo di cipolla che si carbonizza passando attraverso una serie di sfumature olfattive e cromatiche, tutte avvolte nell'odore dell'olio che frigge appena appena...
Italo Calvino: "Se una notte d'inverno un viaggiatore"

Grandi Sapori Linea Tornando
Ancora una volta siamo lieti di poterti offrire un prezioso aiuto per la tua cucina. L'occasione è questo speciale ricettario che abbiamo preparato proprio per te, che ami cucinare piatti semplici e leggeri ma dal gusto ricercato. Per questa ragione la Linea Tornando vuole esserti ancora più vicina grazie ai suoi "Sapori" che da oggi si fanno in due per soddisfare al meglio ogni tua esigenza di cucina.

"La linea è quella de 'i baffi alla Gioconda', sicché sulla deformazione grottesca i due strumentisti giocano in maniera spesso divertente. Le carte migliori del duo vengono promosse più efficacemente in relazione ai manierismi rock, deformati in maniera davvero sghemba."
Giampiero Cane: Il Manifesto, 10 marzo 1996

"... Salvatore Panu et Ferdinando D'Andria, officient aux fourneaux pour nous offrir cette musique festive, chalereuse, enjouée, voire exubérante par moment, très colorée et pourtant d'une grande finesse, mitonné délicatement, réjouissante pour les papilles auditives..."
Pierre Durr: Revue et Corrigée

"...le duo propose une musique simple et complexe en même temps, mélangeant l'humour, la dérision, l'expérience et l'écoute des Residents, des Mothers de Zappa et une fois de plus, le rock in opposition des sieurs Cutler and Co. Voilà une excellente réponse à ceux qui considèrent le genre comme éteint."
Philippe Renaud: Improjazz n. 30, Novembre-Dicembre 1996

1 comment:

centraldoprog said...

http://atomcurve.com/1pVP